AGOSTO • AUGUST 2019 • Benvenuti AMICI • Welcome FRIENDS

31 agosto 2018

GLI AMICI DI TRACCE CAHIERS D'ART – Insieme per l'Arte, il piacere del bello • FRIENDS OF TRACCE CAHIERS D'ART – Togheter for Art, the pleasure of Beauty. Italian / English

INSIEME PER L’ARTE - il piacere del bello
Gli Amici di Tracce Cahiers d’Art

Gli amici di Tracce Cahiers d’Art sono amici dell’arte. Essi condividono con la nostra Rivista il medesimo impegno a sostenere ed a tutelare i valori della vera arte, contro la corrosione nichilistica operata dal Mercato dell’arte contemporanea, dove “l’arte è un investimento di capitali, la cultura un alibi” (Ennio Flaiano) ed entro il cui orizzonte si è storicamente consumata l’eclisse di ogni etica ed estetica del bello.

Gli amici di Tracce Cahiers d’Art insieme alla nostra rivista vogliono riaffermare, invece, i diritti del bello artistico e del bello naturale, perché ritornino pienamente al centro dell’esistenza di tutti e di ciascuno, a cominciare dal godimento nella contemplazione di un’opera dell’arte o della natura; anzi, a partire proprio dallo sguardo contemplativo che restituisce al tempo il suo profumo, che è lento e permanente, che sa di ricordo e di memoria, che tanto assomiglia alla fragrante sostanza dell’arte.

Un’opera d’arte o, una bella opera della natura, sono oggetto di piacere. L’esperienza estetica è quella di un piacere che ha come causa la contemplazione di un oggetto. Più accediamo alla contemplazione e più entriamo nella comprensione dell’oggetto, in una compenetrazione empatica ove l’ego della nostra soggettività scompare, così che l’esperienza estetica diventa, a pieno titolo, anche un’esperienza etica. Il piacere che ci procura l’azione del contemplare l’opera dell’arte o della natura conduce ad un grado di conoscenza che la conoscenza della ragione non potrà mai raggiungere. In nessun altro caso si coglie meglio sul vivo il fatto che il pensiero non diventa pensiero se non a condizione di non separarlo, nella sua sfera concettuale astratta, dall’evidenza sensibile della bellezza.

Il piacere prodotto dalla contemplazione dell’arte o della natura non è valido soltanto per me, ma per tutti coloro che, sapendo predisporsi nel giusto modo, divengono egualmente capaci di goderne. Per questo motivo può essere uno dei fondamenti dell’amicizia, uno dei fondamenti di quella comunità di amici analoga a codesto insieme, che va formandosi intorno alla progettualità della nostra Rivista d’arte, con gli amici di Tracce Cahiers d’Art.


TOGETHER FOR ART – the pleasure of beauty
Friends of Tracce Cahiers d'Art

Friends of Tracce Cahiers d'Art are friends of art. They share with our magazine the same commitment to support and protect the values ​​of true art, against the nihilistic corrosion carried out by the contemporary art market, where "art is an investment of capital, culture an alibi" (Ennio Flaiano) and within whose horizon the eclipse of every ethics and aesthetics of beauty has historically been consummated. The friends of Tracce Cahiers d'Art together with our magazine want to reaffirm, instead, the rights of artistic beauty and natural beauty, so that they can fully return to the center of everyone's existence, starting from the enjoyment in contemplation of a work of art. art or nature; on the contrary, starting from the contemplative gaze that gives back to the time its perfume, which is slow and permanent, which tastes of memory and memory, which so resembles the fragrant substance of art.

A work of art or a beautiful work of nature is an object of pleasure. The aesthetic experience is that of a pleasure that has as its cause the contemplation of an object. The more we enter contemplation the more we enter into the understanding of the object, into an empathetic interpenetration where the ego of our subjectivity disappears, so that the aesthetic experience becomes, in its own right, also an ethical experience. The pleasure that gives us the action of contemplating the work of art or of nature leads to a degree of knowledge that the knowledge of reason can never reach. In no other case is the fact that thought does not become thought unless it is on condition of not separating it, in its abstract conceptual sphere, from the sensible evidence of beauty.

The pleasure produced by the contemplation of art or nature is not valid only for me, but for all those who, knowing how to prepare themselves in the right way, become equally capable of enjoying them. For this reason it can be one of the foundations of friendship, one of the foundations of that community of friends analogous to this together, which is forming around the planning of our art magazine, with the friends of Tracce Cahiers d'Art.